Gli asset su cui investire in maniera diversificata

Gli asset su cui investire in maniera diversificata

Chi opera nel settore della finanza sa bene che l’inflazione in atto in questo periodo può essere utilizzata per investimenti diversificati: meglio puntare su asset differenti e, soprattutto, su quelli in grado di assicurare una particolare stabilità. Naturalmente, tali asset possono variare a seconda degli interessi, ossia del mercato in cui si intende operare. Ad esempio, gli investitori cinesi stanno puntando soprattutto sui Treasury USA mentre chi opera soprattutto nel mercato europeo potrà avere la certezza di una stabilità di lunga durata.

La produzione di materie prime è la più favorita

Tra gli investimenti di maggiore convenienza e sicurezza in questo periodo ci sono sicuramente quelli nei mercati delle materie prime. Sono infatti numerosi gli economisti e specialisti che considerano l’inflazione non imminente e sicuramente arginabile da chi si si concentra soprattutto sui titoli di aziende che operano nel settore delle materie prime. In particolare, di sicura stabilità risultano i produttori di rame, fondamentale per l’elettrificazione e per tutte le operazioni che puntano a migliorare i consumi energetici. Focus anche sui produttori di cemento, materia di primaria importanza per la costruzione delle più comuni infrastrutture.

I Treasury: gli asset più scelti dagli investitori asiatici

Le riviste specializzate nei mercati e nei loro andamenti hanno evidenziato come fino ai primi di maggio, gli investitori asiatici hanno puntato particolarmente sui Treasury statunitensi e questo ha portato a un incremento della domanda. Infatti, gli asiatici hanno in particolar modo apprezzato la stabilità di questi asset e i rendimenti derivanti. Naturalmente si tratta di un’impostazione che non necessariamente potrà essere garantita anche nel lungo termine, anzi: molti economisti hanno evidenziato che i trend potrebbero variare già a partire dai primi mesi del 2022.

La crescita dell’economia italiana: il ruolo delle banche

L’attesa di crescita dell’economia italiana si basa sulle operazioni di alcune importanti banche, che dopo la crisi legata alla pandemia, per il 2021 dovrebbero essere in grado di garantire un rialzo del PIL che, si stima, dovrebbe superare il 3.5%. Proprio questo aspetto permetterà alle banche si incrementare le condizioni di business per quanto le domande di credito risultino ancora non altamente competitive anche a causa dei tassi ancora bassi che creano pressioni non indifferenti sui margini.

Le obbligazioni High Yield: gli aspetti da valutare

Interessanti modalità per gli investimenti diversificati derivano dalle obbligazioni High Yield e, in particolare, da alcuni particolari aspetti derivanti da queste. Infatti, per poter contare su investimenti vincenti, è necessario verificare la qualità del credito, i tassi di default e, soprattutto lo spread creditizio e la diversificazione. Ancora una volta, quindi, la parola chiave per investire in questo periodo è diversificare, per poter avere una maggiore certezza sui risultati dei propri investimenti.

Una particolare similitudine con le obbligazioni High Yield per il successo che stanno riscuotendo in questo periodo, si ritrova nel settore delle comunicazioni dove le aziende che sono riusciti a resistere al periodo di crisi, sono state in grado di migliorare il rating e riproporsi sul mercato con interessanti capitalizzazioni.

La riduzione delle emissioni gassose: una strategia

Infine, puntare sulla diversificazione significa anche optare per un portafoglio sostenibile, scegliendo soprattutto investimenti in quelle società che puntano alla riduzione delle emissioni gassose e, in particolare, del carbonio. I green bond o altre particolari obbligazioni che puntano al green rappresentano una delle scelte più adatte per la diversificazione negli investimenti.

Avere una buona conoscenza di quali sono gli asset in circolazione – per diversificare i propri investimenti al meglio – è sicuramente un’ottima soluzione per non giocare con i propri soldi. Anche in un momento così particolare, con le dovute conoscenze, si possono ottenere dei buoni guadagni e incrementare la propria disponibilità economica.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*