Come scegliere il miglior microfono

Come scegliere il miglior microfono

Qualunque sia l’uso che tu farai del microfono che stai per acquistare, quello della scelta è un momento davvero importante.

Che tu ne abbia bisogno per registrare un podcast o perché vuoi creare uno studio di registrazione da zero, l’audio e la sua qualità sono fondamentali in ogni caso.

Scegliere il microfono sbagliato potrebbe significare rovinare il risultato finale.

Molto spesso basta il microfono incorporato sul proprio smartphone per realizzare dei buoni contenuti, ma dipende da quale livello qualitativo vogliamo raggiungere.

Se quindi non ti basta più la qualità audio del tuo smartphone è il momento di scegliere il microfono che può essere quello giusto per le tue esigenze.

L’uso che ne devi fare

La prima cosa da capire per poter fare la scelta giusta è, evidentemente, quale tipo di audio hai necessità di registrare.

In questo caso poco conta il prezzo del microfono perché, a differenza di quello che puoi pensare, non è detto che il microfono più costoso sia sempre quello giusto per te.

Quando avrai le idee chiare su quello che è l’utilizzo del microfono che andrai ad acquistare, ovvero ciò che andrai a registrare, puoi iniziare la ricerca.

Se sei alle prime armi, o comunque sei poco esperto, non devi farti impressionare da sigle e diciture strane.

Infatti i tipi principali di microfono che troverai in un classico negozio di  musica, ma anche online, sono due (a meno che tu non voglia spendere migliaia di euro):

  • microfono dinamico
  • microfono condensatore

Il microfono dinamico

Il microfono di tipo dinamico è quello che viene maggiormente utilizzato in ambienti rumorosi, infatti sono i più consigliati per i cantanti e i comici che si esibiscono dal vivo.

Questi tipi di microfoni hanno una piccola bobina, al loro interno, che è sensibile alle vibrazioni prodotte dal suono emesso.

Nel momento in cui le onde sonore si muovono, la bobina interna è trasformata in un segnale elettrico.

I microfoni dinamici possono essere utilizzati per registrare l’esibizione live di un cantante oppure per registrare un’intervista in un ambiente rumoroso.

A differenza di altri tipi di microfoni, questi sono fortemente raccomandati in quanto le loro componenti risultano essere molto resistenti e durature.

Uno dei loro punti forti non è sicuramente la robustezza, ma resistono comunque molto bene a eventuali cadute e botte.

Questi tipi di microfoni sono molto versatili, dato che sono adatti sia alla registrazione in ambienti esterni (strade, sale da concerto…) che per registrazioni domestiche.

Il microfono condensatore

Questo tipo di microfono utilizza delle piastre di condensatori, al posto delle bobine, per funzionare.
In generale i condensatori sono molto più sensibili alle vibrazioni rispetto ai microfoni dinamici, motivo per cui non possono essere utilizzati in contesti rumorosi come per la registrazione di musica live.

Il consiglio è quello di usarli se hai bisogno di cogliere le sfumature di una voce, sia che si tratti di un cantante o di una registrazione per un podcast.

I condensatori sono molto meno resistenti rispetto alle bobine, motivo per cui è sempre meglio utilizzarli in modo statico.

Un’eccezione è quella rappresentata dai microfoni per fucili da caccia, non farti spaventare dal nome infatti non sono altro che quei microfoni giganti che compaiono sui set dei film.

In questo caso dato che è importante registrare ogni minima sottigliezza della voce degli attori, vale la pena di utilizzarli nonostante la loro delicatezza.

Microfoni USB e XLR

I microfoni USB, rispetto a quelli XLR, sono sicuramente più economici e facili da usare.

La stragrande maggioranza dei microfoni USB registra il suono dalla parte anteriore, motivo per cui sono molto consigliati per podcast e voiceover.

Se invece hai come obiettivo quello di registrare musica vocale o strumentale oppure se desideri, semplicemente, ottenere un suono di livello superiore per il tuo podcast, devi orientarti sull’acquisto di un microfono XLR.

Questo tipo di microfoni sono senza dubbio più costosi e richiedono anche l’acquisto di un’interfaccia audio, ma gli standard qualitativi sono molto superiori ai microfoni USB.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*