Detersivi ecologici: quali si possono preparare a casa

detersivi-ecologici

Fai un po’ di conto e vedi quanti soldi spendi per i detersivi. Probabilmente una cifra quasi spropositata. Però, forse, non sai che molti di essi puoi prepararli tranquillamente in casa.

Come? Seguendo questi pratici consigli forniti da pricecut.it, te ne diamo tre ma potrebbero essere molti di più.

Usare il Sapone di Marsiglia

Oli vegetali. Per un prodotto che ha più di mezzo secolo di vita. Utilizzato per tantissime cose, il Sapone di Marsiglia può essere fondamentale anche per realizzare il proprio detersivo in casa.

Per creare delle piccole porzioni, ti bastano pochi e semplici ingredienti: 230 grammi di, appunto, sapone di Marsiglia naturale ben grattugiato, acqua e due tazze di bicarbonato di sodio.

Il procedimento è molto semplice. Prendi dei piccoli pezzi di sapone e falli bollire lentamente. Questo è un aspetto importante, perché il fuoco deve essere a volume basso per non dispendere tutte le qualità. Ricordati, comunque, di mettere tra un litro e mezzo e 2 litri d’acqua.

A questo punto, devi aggiungere un po’ di bicarbonato di sodio e aspettare che si raffreddi. Così da creare uno stato solido.

Abbiamo quasi finito: aggiungi tre litri e mezzo d’acqua, mescola e non fare nulla per tutta la notte. Passata la nottata versa il ‘risultato’ di ciò in bottiglia e poi agita il tutto.

Ora non devi far altro che usarlo!

Anticalcare

Pochi e semplici ingredienti. Per creare un anticalcare che non ha nulla da invidiare a quelli che compri abitualmente: bicarbonato di sodio, sale e aceto.

Cosa devi fare? Semplicemente niente! Nel senso che sono da usare in momenti specifici della lavatrice e mai con i detersivi classici. Vanno utilizzati, infatti, in due istanti differenti poiché se usati insieme annullerebbero i loro effetti a vicenda.

In particolare, il momento ideale è quello del risciacquo. In pratica, non devi far altro che attivare un programma abbastanza lungo con temperatura di almeno 60° e inserire nel cestello circa 1 litro di aceto.

Così puoi sia togliere il calcare che, magari, riuscire a sfruttare appieno la proprietà ammorbidente e anticalcare di un prodotto che, ti assicuriamo, eliminerà tutte quelle incrostazioni.

Basta saperlo usare.

Il detersivo fatto in casa per il forno

Chiudiamo questo nostro approfondimento sui detersivi fatti in casa con un ‘liquido’ che serve per pulire il forno, uno dei prodotti che più vengono utilizzati in cucina. La miscela che ne viene fuori è composta da sale, bicarbonato, limone e acqua. Senza esagerare ovviamente: anche perché bisogna sì sfruttare le proprietà abrasive in particolare degli ultimi due ma, d’altro lato, si rischia poi di rovinare le pareti del forno.

In ogni caso, però, dovrai munirti – come puoi tranquillamente immaginare – di un panno umido per poter passare, poi, tutta la miscela su ogni angolo del forno.

Per sgrassare al 100%, inoltre, puoi utilizzare anche il limone, le cui proprietà sgrassanti sono ormai note da tutti. Una volta che lo hai tagliato a metà, devi premerlo per far uscire tutto il succo su ogni superficie del forno. O, quantomeno, su quelle più difficili. Mettici anche un po’ (solo un po’!) d’acqua e per 30 minuti accendo il forno a 180°C.

Con il vapore che viene emanato, lo sporco scompare. Adesso, come ultimo step, non dovrai far altro che aspettare il raffreddamento del forno, prendere un’apposita spugnetta e, poi, passare per tutti i punti dove pensi che ci sia lo sporco incrostato.

Detersivi ecologici, che non arrecano danni all’ambiente e che sono per giunta anche ecologici: il massimo, se consideri pure la loro facilità d’uso nelle operazioni di pulizia. Comincia a crearli e provarli anche tu!

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*