PC portatile: come scegliere quello low cost giusto per te

PC portatile: come scegliere quello low cost giusto per te

Non serve a niente spendere una fortuna per il proprio computer portatile, soprattutto se ti serve giusto per controllare la casella di posta e per vedere qualche serie su una piattaforma di streaming.

Infatti per svolgere le operazioni base di un computer portatile non servono sistemi molto costosi, ma vanno bene anche soluzioni a miglior mercato.

Non è facile districarsi tra i tanti modelli e le diverse marche presenti sul mercato, motivo per cui puoi dare un’occhiata ai nostri consigli su cosa guardare e a cosa fare attenzione nel momento dell’acquisto del tuo nuovo portatile. 

A cosa fare attenzione

Se stiamo cercando una soluzione low cost, dobbiamo assolutamente eliminare un marchio come Apple.

Tra gli altri marchi si possono trovare soluzioni interessanti e che, soprattutto, possano rientrare nel nostro budget.

Il consiglio è sempre quello di andare verso marchi conosciuti e che diano un minimo di assistenza post-vendita.

In quelli che sono i computer di fascia economica si trova ancora il tradizionale hard disk (indicato con la sigla HDD).

Le dimensioni solitamente vanno dai 500GB ai 2TB. Molto consigliato è l’acquisto di un disco esterno che, molto spesso, migliora le prestazioni del 25% circa.

Molto importante, nel momento della scelta, è l’aspetto che riguarda la RAM. Un computer con la giusta quantità di RAM ha un funzionamento fluido, senza esitazioni di nessun tipo. Per avere delle prestazioni molto buone è raccomandata una RAM da 8GB, ma anche 4GB possono bastare in alcuni casi.

I processori (CPU) che si trovano in circolazione adesso sono sufficienti per un uso normale del proprio computer. I rallentamenti che spesso avvertiamo, specialmente nei computer vecchi, sono dovuti più al degrado del sistema operativo che all’obsolescenza del processore.

Un aspetto molto importante, nei portatili, è quello delle dimensioni dello schermo.

Quelli più diffusi sono da 15 pollici, solo in casi specifici si arriva ai 17 pollici.

La qualità dell’immagine e dello schermo è più collegata al prezzo che alla grandezza. In questo caso dipende davvero tanto dall’uso che devi fare del tuo portatile, se ad esempio devi usarlo come postazione fissa allora conviene prendere un monitor da collegare.

Le schede grafiche che troviamo integrate nei dispositivi che rientrano nel nostro budget vanno benissimo per quello che serve a noi.

I componenti aggiuntivi (come i vari lettori e masterizzatori) stanno ormai sparendo dagli scaffali dei negozi di elettronica. Nel caso in cui dovesse servire per motivi particolari, come ad esempio per visionare materiale scolastico, i può tranquillamente acquistare a parte senza spendere una fortuna.

Per quanto riguarda le porte USB è sempre meglio abbondare. Altre uscite che non possono mancare sono: il Wi-Fi, la presa di rete ethernet e un’uscita video. Quelle di tipo HDMI o DVI sono compatibili con gli ingressi digitali dei moderni televisori.

I computer portatili possono essere, oramai, acquistati comodamente online. Molto spesso in rete si trovano delle offerte davvero interessanti, anche se invitiamo sempre ad andare in un negozio soprattutto se vogliamo vedere il monitor.

Il tablet PC

Una soluzione interessante e che può essere, in alcuni casi, alternativa all’acquisto di un portatile è rappresentata dai tablet PC.

Sono più conosciuti come tablet ibridi, in quanto sono molto simili a quelli classici, soprattutto per forma, dimensione e funzioni.

La differenza sostanziale è che sono progettati come dei PC e possono essere in possesso di un vero e proprio sistema operativo.

I punti a favore sono sicuramente la portabilità, il touchscreen, la possibilità di far girare programmi da PC.

Gli aspetti invece negativi sono più ingombranti di un tablet tradizionale e sono molto più pesanti.

Ovviamente rispetto a un PC portatile, che resta la soluzione consigliata, sono molto meno potenti  e performanti. In questo caso anche i prezzi tra i vari modelli può differire anche di migliaia di euro.

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*